Home > Aminoacidi

Aminoacidi

Nelle piante, gli L-aminoacidi liberi svolgono un ruolo importante nel cosiddetto ciclo dell'acido citrico, detto anche ciclo di Krebs. Si tratta di una serie di reazioni chimiche, utilizzate da tutti gli organismi aerobici per generare energia per il mantenimento, la crescita e la produzione. Gli aminoacidi vengono convertiti attraverso il ciclo di Krebs in glucosio per la produzione di energia o per lo stoccaggio come glicogeno, amido e grassi. In tempi di maggiore stress dovuto a siccità, protezione delle colture, malattie, ecc., gli aminoacidi possono essere utilizzati per ridurre lo stress. Vedi illustrazione:

 

Aminoacidi per piante: Svantaggi degli aminoacidi idrolizzati chimicamente

  • La maggior parte dei produttori dell'Europa meridionale, tra cui Spagna, Italia, lavora con i prodotti residui (collagene) della conceria in modo che si può affermare che il materiale di origine non proviene da un processo produttivo pulito. Per ottenere aminoacidi liberi da questi prodotti di collagene, questi prodotti devono essere idrolizzati chimicamente per ottenere aminoacidi liberi. Su ciò non si discute. È necessario trattare chimicamente al fine di ottenere aminoacidi liberi in una percentuale accettabile. Vedi illustrazione:
     
 

 

  • Vi sono aziende che sostengono di idrolizzare il collagene enzimaticamente o termicamente, ma in questo caso la % di aminoacidi liberi sarà molto piccola (è anche la ragione per cui spesso non viene menzionata nelle analisi).
  • Durante un'idrolisi chimica o alcalina, tutte le proteine sono racemizzate e perdono il loro materiale di partenza originale e parte della loro attività fitormonale, e inoltre si hanno anche D-aminoacidi liberi che possono avere un'influenza negativa.
  • La % di azoto non dice nulla sulla qualità del prodotto, ma la % di L-a-aminoacidi e oligopeptidi è rilevante per questo tipo di prodotto (maggiore è questa %, meglio è) e l'assenza di D-aminoacidi. Si tratta quindi di capire che cos'è la % di L-a-aminoacidi e oligopeptidi e la % di D-aminoacidi in questi prodotti. In questo modo si può fare un confronto equo. Pertanto, chiedere sempre un'analisi da un laboratorio indipendente.

Vantaggi dei nostri aminoacidi idrolizzati enzimaticamente:

  • I nostri aminoacidi sono ottenuti per idrolisi enzimatica, un processo farmaceutico e pulito, che è un processo rigorosamente controllato.
  • I nostri aminoacidi sono ottenuti per idrolisi enzimatica (non proteine racemizzate) per cui attraverso un processo naturale gli aminoacidi delle proteine vengono scomposti in L-a-aminoacidi e oligopeptidici che sono aminoacidi rilevanti per le piante e, inoltre, durante questo processo non si formano d-aminoacidi.
  • I nostri aminoacidi non sono paragonabili ai prodotti derivati dall'industria conciaria o realizzati con trucioli di pelle perché la qualità del nostro materiale di origine, il processo di produzione e la % dei relativi l-a-aminoacidi e oligopeptidi sono molto più elevati e non vi sono d-aminoacidi presenti. Inoltre, i nostri aminoacidi hanno un elevato modello di L-aminoacido libero ed equilibrato.

Il profilo degli aminoacidi contiene 20 tipi di L-aminoacidi

Gli L-aminoacidi - noti anche come aminoacidi liberi - sono costituiti da vari elementi aminoacidi. Tutti questi elementi aminoacidici insieme formano il cosiddetto profilo degli aminoacidi. Un profilo di aminoacidi è costituito da 20 elementi. Ogni elemento aminoacido ha una funzione importante e specifica per lo sviluppo di una pianta.

 

I 20 L-aminoacidi liberi sono: alanina, arginina, acido aspartico, cistina, glutammina, glicina, istidina, idroxprolina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina, prolina, serina, taurina, treonina, triptofano, tirosina, valina. La seguente tabella mostra chiaramente quale tipo di acido L-aminoacido è responsabile di quale funzione nell'impianto.

Funzione nella pianta

Elemento(i) aminoacido responsabile(i)

Sviluppo radicale Metionina e arginina
Resistenza alle condizioni di stress Prolina, Valina, Serina, Serina, Lisina, Acido Glumatico e Cisteina
Riserva di azoto Glutammina, asparagina, acido aspartico, acido glutammico, arginina e prolina
Precursori ormonali Triptofano e metionina
Precursori di aromi Valina, Leucina, Isoleucina e Alanina
Precursori del gusto Alanina, Glicina e Prolina
Precursori di colore Fenilalanina
Aumento della potenza di germinazione (del polline) Prolina e acido glutammico
Aumento del potere germinativo dei semi Prolina
Miglioramento della fotosintesi e della clorofilla Alanina, glicina, lisina, acido glutammico e Prolina
Capacità di complessaggio Glicina, acido glutammico e acido aspartico
Capacità antiossidante Istidina, cisteina, triptofano, lisina, metionina e teonina
Osmoregolazione Prolina
Apertura stomatale Alanina, acido glutammico, lisina, lisina, prolina e metionina

Cosa succede se usi troppi aminoacidi? Le piante moriranno?

Il troppo non è mai una buona cosa. Troppo sale ti dà alta pressione sanguigna, troppo grasso ti dà un attacco di cuore, troppo sole ti dà il cancro alla pelle, ecc.

 

Troppi fertilizzanti avvelenano il terreno e poi le piante, troppi pesticidi danneggiano le persone, l'ambiente e le piante e troppo sole provoca bruciature e disidratazione.

 

Gli aminoacidi biologicamente attivi (L-aminoacidi) non sono aggressivi come i fertilizzanti o i pesticidi, per cui la possibilità di ottenere danni da sovradosaggio di L-aminoacidi è nulla.MA . . .

 

I prodotti a base di aminoacidi possono contenere D-aminoacidi, sostanze ausiliarie e/o di carica come sali (soprattutto sodio e in misura minore sali di cloruro) e metalli pesanti che possono causare danni.

 

Così come esistono migliaia di tipi diversi di vino che differiscono per composizione e qualità (ad esempio a seconda della materia prima, in questo caso la qualità dell'uva), ci sono anche molti prodotti aminoacidi diversi che sono migliori o peggiori. Per ottenere il meglio dai prodotti a base di aminoacidi, è consigliabile prestare particolare attenzione alla qualità del prodotto a base di aminoacidi.

Diversi aminoacidi sul mercato, con una grande differenza qualitativa. Quindi fai attenzione a quello che compri.

Ci sono molti prodotti di aminoacidi sul mercato che non sono certamente tutti uguali. Le materie prime, quelle ausiliarie, gli additivi, gli agenti di carica e il processo di produzione sono diversi per ogni prodotto. In generale, si applica quanto segue:  

 

Le materie prime sono di origine animale o vegetale, o una loro miscela. La maggior parte dei prodotti a base di aminoacidi è costituita da sostanze contenenti collagene (zoccolo, corno, osso, pelle, vasi sanguigni, gelatina) e da alcuni flussi residui (fermentazione, processi farmaceutici). I prodotti di origine animale contengono concentrazioni di aminoacidi più elevate rispetto ai prodotti vegetali.  

 

Gli aminoacidi del collagene sono ottenuti principalmente attraverso conversioni chimiche (idrolisi). Questo è necessario per rompere il materiale duro del collagene. Lo svantaggio dell'idrolisi chimica è che molti aminoacidi si rompono nel processo di produzione, il che si traduce in un prodotto con pochi aminoacidi in concentrazioni più elevate. Puoi vederlo creando un profilo di aminoacidi. L'idrolisi chimica produce anche circa il 50% di D-aminoacidi, che non possono essere utilizzati dalle piante. Infine, le concentrazioni di agenti di carica (metalli pesanti, sale) possono essere relativamente elevate nei prodotti idrolizzati chimicamente.  

 

I prodotti ottenuti enzimaticamente sono costituiti prevalentemente da L-aminoacidi che possono essere utilizzati dalla pianta e hanno un profilo aminoacidico più ampio e variegato perché non vi è distruzione di aminoacidi durante l'idrolisi.  

 

Le materie prime adatte all'idrolisi enzimatica contengono generalmente meno agenti di carica, ma alcuni produttori aggiungono sale come conservante o fertilizzante. Una semplice misurazione con conducimetro può visualizzare il livello di sale in un prodotto. I prodotti Amino-core hanno un valore CE inferiore a 25 mS/cm, mentre il valore CE di un prodotto sul mercato realizzato con materie prime comparabili ha mostrato un valore superiore a 185 mS/cm. Quest'ultimo può quindi essere considerato più come fertilizzante (costoso) che come prodotto a base di aminoacidi puri.  

 

Infine, una parola sulla differenza tra prodotti aminoacidi vegetali e animali. Non c'è assolutamente alcuna differenza tra la struttura o l'effetto dello stesso tipo di aminoacidi provenienti da piante o animali. Il dibattito pubblico riguarda principalmente il processo produttivo (idrolisi chimica contro enzimatica) e il rischio legato alla materia prima (microbi, agenti di carica e prioni). Gli aminoacidi animali non legati al collagene, idrolizzati enzimaticamente e contenenti bassi livelli di microbi e agenti di carica sono almeno paragonabili, in termini di sicurezza, ai prodotti vegetali. La presenza di prioni nel materiale animale è nota dalla crisi della BSE, ma ciò che non è così noto è che i prioni sono stati evidenziati anche nelle piante, nel terreno, nei lieviti e nel letame. Inoltre, i sottoprodotti di origine animale sono ora controllati molto più rigorosamente dei prodotti vegetali.  

 

Come materia prima per i nostri prodotti aminoacidi, viene utilizzato materiale idrolizzato enzimaticamente al 100% da cui si ottiene prima di tutto una medicina umana. Questo dà un'idea della sicurezza della nostra materia prima. Naturalmente garantiamo anche i bassi livelli di agenti di carica e microbi.

Prodotti rilevanti

Aminoacidi Sostanze nutritive Aminoacidi Complex Processi digestivi Elementi costitutivi Aminoacidi liquidi Biostimolante Oligopeptide Stimolante di radici di aminoacidi

IN CHE COSA
POSSIAMO ASSISTERVI?

COME POSSIAMO ESSERVI DI AIUTO?
Interesse per i nostri prodotti? Contattateci al numero +31 (0)36- 84 500 68
o compilate il modulo di contatto.
© COPYRIGHT 2019 DACAM. TUTTI I DIRITTI RISERVATI.