Home > Specialità di fertilizzanti > Silicon Liquidi 15D
 

Silicon Liquidi 15D

15% di silicio organico liquido

Résumé

Etichettatura Silicon-liquid-15D
Forma del prodotto Liquido
Imballaggio IBC - 1000 litri
Biossido di silicio SiO(Organico) 150%
pH 9,7 - 10,5
Peso specifico 1.2
Colore Trasparente
Temperatura di conservazione 5 - 35 ° C (41-95 ° F)
Durata di conservazione Illimitata quando chiuso. Dopo l'apertura di IBC 50 mesi

Silicon Liquid 15D è un prodotto di silicio liquido a base di biossido di silicio SiO2 al 15%. Questo prodotto di silicio liquido può essere assorbito molto bene dalle piante.

 

Il prodotto è disponibile in IBC da 1.000 litri.

Che cos'è il Silicon Liquid 15D?

Silicon Liquid 15D è un prodotto di silicio liquido a base di acido silicico idrolizzato al 15% (biossido di silicio SiO2) senza particelle in sospensione, che rende questo prodotto di silicio liquido di facile assorbimento. Questo lo rende miscelabile anche con altri fertilizzanti liquidi. Naturalmente, ogni miscela è diversa, quindi bisogna prima fare delle prove in scala ridotta.

 

Qual è la differenza tra il biossido di silicio (SiO2) e la silice (Si(OH)4)?

2 Atomi di idrogeno formano la differenza tra SiO2 e Si(OH)4) o biossido di silicio e acido silico (acido ortosilico). Il biossido di silicio anche in forma coesiva consta ancora di particelle. Con 2 atomi di H, si ha una soluzione. Ad esempio, portando il valore di pH a 14 (o acido invertito) si può forzare questo valore. Purtroppo, la maggior parte di esso diventa di nuovo biossido di silicio nel momento in cui lo si diluisce con l'acqua.

 

I cosiddetti prodotti di biossido di silicio sintetico hanno un valore pH di 14 a causa di un trattamento con idrossido di sodio. A questo valore di pH, tutto si scioglie, dopodiché viene fatto passare attraverso una fiamma con forza. In questo modo, il biossido di silicio viene prodotto in nanoparticelle. Per le nanoparticelle, non ci vuole così tanto sforzo per assorbire pochi atomi di idrogeno.

 

Questo è possibile solo se non c'è troppo altro acido silicico nelle vicinanze. Quando ci sono troppe particelle, allora si ottiene la regressione alla sostanza originale e lo si vede anche in natura.

 

Silicio: la domanda più frequente

Ci sono prodotti sul mercato che contengono silicio che sono stati stabilizzati con la colina e che affermano di avere un elevato assorbimento. È vero? Questi prodotti sono davvero migliori?

 

Anche per questo tipo di prodotti al silicio vale: legati al sodio, al carbonio o mescolati con colina o idrossido di sodio, non importa. Al di sopra dei 9 mol/litro non vi è stabilità nell'acqua, ovvero: al momento di diluirla con l'acqua, la maggior parte di essa diventa di nuovo biossido. L'assorbimento di Silicon Liquid 15D è quindi altrettanto buono e di conseguenza ne avete relativamente poco bisogno.

 

Silicio: cos'è il silicio?

Il silicio è il secondo elemento più comune sulla terra dopo l'ossigeno. Il silicio rappresenta circa il 28% - 40% della superficie terrestre. Il suolo contiene quindi molto silicio. Le piante si nutrono di minerali, incluso quindi il silicio. Ci riferiamo ai cereali ad alto contenuto di silicio: frumento, orzo, avena, patate e miglio. Anche il riso, il luppolo (birra!), la barbabietola e la cipolla rossa contengono silicio per natura.

 

Silicio; cosa fa il silicio in natura?

Il silicio è un minerale importante. Le ricerche hanno dimostrato che alcune colture prosperano molto meglio su terreni ricchi di silicio rispetto alle colture coltivate in ambienti poveri di silicio. Dove le piante hanno assorbito molto silicio, si sono ottenute colture più sane, più grandi e più forti, e quindi un miglior raccolto.

 

Silicio: agricoltura e silicio

Che il silicio minerale sia essenziale per un buon raccolto è noto da molti anni. In agricoltura viene spesso utilizzato il silicio, ad esempio per fertilizzare il terreno, consentendo alle piante di assorbire più o meno silicio.

 

Assorbimento fogliare di silicio: le piante possono assorbire un prodotto di silicio attraverso la foglia?

Sì, quasi esclusivamente attraverso la foglia. Il silicio in forma facilmente assorbibile ha spesso un'influenza positiva diretta sulla resilienza delle piante. Di solito questo viene fatto tramite uno o più spray fogliari aggiuntivi. Il silicio ad assorbimento rapido conferisce alle foglie e alle piante la loro resistenza naturale. Dopo uno o più spruzzi fogliari, il silicio si accumula e viene poi integrato nelle piante come parte delle pareti cellulari.

 

Silicio: quali sono le fonti di silicio?

Il silicio viene utilizzato anche nell’agricoltura biologica, di solito sotto forma di SiO2 e Si(OH)4). Soprattutto in agricoltura non biologica vengono utilizzate forme molto diverse di silicio, ad esempio: silicati di calcio, sodio e potassio (Na2SiO3 e K2SiO3), siliforce, scorie di silicato di calcio, silicati, scorie Thomas, polvere di roccia, Converterkalk, Huttenkalk, ecc. Ciò dimostra che esistono molte forme di silicio che possono essere utilizzate come fertilizzanti in agricoltura.

 

  • Il gel di silice può essere utilizzato se è sufficientemente ben disciolto in acqua. Non può essere usato in dosi elevate come nutriente fogliare in quanto contiene sodio. In silicaforce vi sarebbe acido silicico e vi sono stati aggiunti alcuni minerali. Ciò disturba l'equilibrio dell'acido siliconico Si(OH)4 in soluzione. Non è possibile mantenere in soluzione più di 9 mmol/litro di acido silicico; viene automaticamente riportato a SiO2 (biossido di silicio).
 
  • Silicato di calcio: forma naturale di calcio con silicio e si estrae dal calcare.
 
  • Il silicato di potassio è un composto sintetico di potassio-silicio che può essere utilizzato come fertilizzante.
 
  • La farina di scorie Thomas (polvere Thomas, Converterkalk) è un fertilizzante che contiene fosfato ed è ottenuto da scorie finemente tritate di altiforni di ghisa o minerale di ferro privo di fosfati.
 
  • La polvere di roccia – Huttenkalk o calcare - è una pietra finemente tritata e utilizzata come fertilizzante e ammendante. Affinché la polvere di roccia abbia un buon effetto nel terreno, la granulometria non deve superare 0,100 mm. La graniglia di pietra è una roccia più grossolanamente frantumata che ha minore effetto sul suolo. Più fine è la macinazione, più veloce è l'effetto nel terreno. Polvere di roccia della costa britannica contiene più calcio (scogliere di gesso) ed è chiamata anche silicato di calcio.
 
  • La terra diatomacea (kieselgur) ha un alto contenuto di biossido di silicio (80-90%) ed è un minerale argilloso. Può contenere anche alluminio e ferro. Se lo si setaccia su piccole particelle, queste possono (se trattate correttamente) sciogliersi in parte ed essere usate come mangime fogliare. Non ha nessun senso l'uso del silicio attraverso il suolo.
 
  • Il silicato di sodio - vetro d'acqua - ha un valore pH molto elevato ed è quindi inadatto per applicazioni agricole. L'elevato valore di pH è anche un ostacolo per applicazioni di facile utilizzo.

 

La polvere di roccia viene utilizzata per dare al terreno un quantitativo extra di calcio (calce). La polvere di roccia proviene spesso da rocce vulcaniche (scorie dal minerale di ferro). Le scorie sono prodotte durante la produzione di ferro, i cosiddetti sottoprodotti. Aggiungendo calcio al minerale di ferro, si estrae il ferro puro. I residui – le scorie - sono costituiti da calcio legato ai minerali del minerale di ferro come magnesio, sodio, calce e ferro, oltre che da metalli pesanti. Queste scorie contengono spesso più del 10% di silicio, ma anche altre sostanze (tossiche).

 

Non si sa molto sulla purezza e la finezza di queste scorie, ma influiscono sul loro effetto. I dati quantitativi sull'attività della polvere di roccia sono quasi inesistenti. La disponibilità di Si in polvere di roccia dovrebbe essere bassa. Se si vuole migliorare la disponibilità del Si, è necessario prima sbloccarlo, per così dire. La polvere di roccia è data in tonnellate per ettaro, ma non vi è quasi nessun risultato disponibile che dimostri che il Si nella polvere di roccia sortisca effetto.

 

L'ambiente e le dimensioni delle particelle di un prodotto al silicio ne determinano la sua assorbibilità. Il silicio in silicato di potassio, silicato di calcio, polvere di roccia, Huttenkalk, calcare, farina di scorie Thomas/polvere Thomas o Konverterkalk non possono essere assorbiti dalla foglia in quanto nel suolo vi è silicio in abbondanza, non ha senso trattare il suolo con il silicio. Ovunque la pianta possa farlo, estrae il silicio dal terreno.

 

Quando in agricoltura si parla di silicio, la domanda più importante è: di quali forme di silicio si parla e qual è la dimensione delle particelle? Ciò significa che vi sono grandi differenze tra tutti i prodotti al silicio. Quanto possa andare in soluzione è determinato dalla dimensione delle particelle. Particelle più grandi significano minore contenuto di acido silicico e quindi minore assorbibilità.

  Ordinare un campione del prodotto
  Stampare pagina
Silicio SiO2 Polvere di roccia Biostimolante Biossido di silicio Acido silicico Ammendanti del suolo Huttenkalk Converter kalk Colture Stress delle piante Thomaskalk Silicati di calcio Silicati di sodio Microorganismo Sostanze organiche Silicati di potassio Gel di silice Siliforce
COME POSSIAMO ESSERVI DI AIUTO?
Interesse per i nostri prodotti? Contattateci al numero +31 (0)36- 84 500 68
o compilate il modulo di contatto.
© COPYRIGHT 2019 DACAM. TUTTI I DIRITTI RISERVATI.